Lettrici e lettori,
mi sono imbattuta in questa storia leggera e misteriosa, una lettura perfetta per una serata uggiosa di fine ottobre.

L’autrice è Petty Magpie: non perdetevela su twitter @pettymagpie.

Prologo

In realtà Madame Moth era una vecchia zitella mezza cieca e alquanto eccentrica. Tuttavia il suo Galateo degli Usi Magici ebbe un notevole successo, inserendosi nel vuoto normativo e di creanza del mondo dei Magici e Affini.

Prima della diffusione del Galateo non era infrequente che una rispettabile strega intenta alle sue private faccende venisse seccata dalla improvvisa apparizione non annunciata di un importuno.

Certo non tutte le sfumature comportamentali del Galateo vennero recepite dal grande pubblico, tuttavia almeno le 5 regole del pentagramma magico erano oramai seguite da quasi tutti. Le regole, come è noto, sono queste: 1. annunciare qualsivoglia apparizione nello spazio privato di un Magico con due convenzionali note di corno francese o una farfallettera autocombustiva; 2. badare che il proprio famiglio non sia in conflitto col famiglio dell’interlocutore; 3. Non portare con sé potenziali inquinanti ambientali tipo fuoco fatuo elettrificante o polvere grattosa; 4. recare un dono; 5. Evitare per quanto possibile perniciose contaminazioni tra diverse tradizioni magiche.

 

Continua….